Ultime notizie

I COLLEGAMENTI DA CAGLIARI A CIVITAVECCHIA E VICEVERSA

DA GENNAIO 2015 SINO AD APRILE I COLLEGAMENTI MARITTIMI EFFETTUATI DALLA COMPAGNIA "CIN" TIRRENIA SARANNO TRISETTIMANALI.

LA TRATTA CAGLIARI - CIVITAVECCHIA SARA' EFFETTUATA NEI SEGUENTI GIORNI:

  • MARTEDI
  • GIOVEDI
  • SABATO

LE PARTENZE SONO ALLE ORE 18:00

LA TRATTA CIVITAVECCHIA - CAGLIARI SARA' EFFETTUATA NEI SEGUENTI GIORNI:

  • LUNEDI
  • MERCOLEDI
  • VENERDI

LE PARTENZE SONO ALLE ORE 19:00

"GNV" INSERITE NUOVE PARTENZE DA NAPOLI PER PALERMO

ALLA CORTESE ATTENZIONE DELLA SPETTABILE CLIENTELA

Genova, 14 Gennaio 2015

Oggetto: Linea Palermo/Napoli/Palermo

Gentili Signori buongiorno,

con la presente abbiamo il piacere di comunicare che sono state inserite le seguenti partenze domenicali:

Napoli/Palermo                           Palermo/Napoli

Domenica  18/01/2015 ore 20:00           Domenica  18/01/2015 ore 20:00

Domenica  25/01/2015 ore 20:00           Domenica  25/01/2015 ore 20:00

Pili: «La Tirrenia deve avere solo navi proprie»

CAGLIARI. Il deputato Mauro Pili (Unidos) ha presentato un’interrogazione al Governo, per sollecitare un’indagine sulle navi prese a noleggio dalla compagnia Tirrenia-Cin, per garantire le rotte in continuità territoriale. Secondo il parlamentare, chi è assegnatario di una convenzione pubblica dovrebbe avere traghetti propri. «Mentre – sostiene Pili – la Tirrenia continua a noleggiare navi e fra queste c’è l’ex Dimonios, gemella della sfortunata Norman Atlantic, su cui dopo la recente tragedia, sono stati sollevati anche diversi dubbi sulla sicurezza».

«Attaccate dagli squali le vittime del Norman Atlantic»

Brindisi - Potrebbero essere stati attaccati da squali i passeggeri morti nella tragedia del Norman Atlantic. Il sospetto degli inquirenti baresi, dovuto alla presenza di ferite, in particolare su uno dei corpi, è messo nero su bianco nell’atto di affidamento dell’incarico per le autopsie sulle nove salme. Agli accertamenti medico legali, infatti, parteciperà anche un biologo marino, il dottor Lucio Rositano.

Quattro alleanze container per sette porti

Dal 2015, solamente sette terminal portuali italiani si spartiranno la fetta più ricca del trasporto marittimo internazionale di container. Infatti, il comparto sta affrontando una nuova fase di consolidamento che verrà portata avanti sotto forma di accordi operativi (Vessel Sharing Agreement) grazie ai quali alcune compagnie condivideranno la stiva mettendo la loro capacità di trasporto marittimo a fattor comune.

Transhipment container cresce nel Mediterraneo

La crescita dimensionale delle portacontainer impiegate sulle principali rotte est-ovest, come prevedibile, ha dato ulteriore impulso alle attività dei terminal portuali di transhipment del Mediterraneo. L'Italia vanta tre scali di transhipment per trasbordare elevati volumi di container dalle grandi navi madri a unità più piccole, cui spetta la distribuzione nei porti di destinazione finale in Sud Europa.

Pagine